SITO UFFICIALE DELLA CITTA’ DI NIZZA MONFERRATO

Albo
Albo
Atti
Atti
Stato Civile
StatoCivile
urbanizza
Urbanizza
mensa
Mensa
nizzanews
Nizza
News
determinazioni
Determina
zioni
logo_comunita
Calcolo
IMU/TASI
provincia_asti
Provincia
Asti
regione_piemonte
Regione
Piemonte

 

Il territorio nicese Patrimonio Unesco

E-mail Stampa PDF

I-paesaggi vitivinicoli delle Langhe, del Roero e del Monferrato, nel Basso Piemonte, è entrato nella Lista World Heritage (dal 22 giugno 2014 n.d.r)

"Una eccezionale testimonianza vivente della tradizione storica della coltivazione della vite, dei processi di vinificazione, di un contesto sociale, rurale e di un tessuto economico basati sulla cultura del vino" si legge nella motivazione ufficiale dell'iscrizione. "I vigneti di Langhe-Roero e Monferrato - si afferma - costituiscono un esempio eccezionale di interazione dell'uomo con il suo ambiente naturale: grazie ad una lunga e costante evoluzione delle tecniche e della conoscenza sulla viticoltura si è realizzato il miglior adattamento possibile dei vitigni alle caratteristiche del suolo e del clima, tanto da diventare un punto di riferimento internazionale. I paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato incarnano l'archetipo di paesaggio vitivinicolo europeo per la loro grande qualità estetica".

In un certo qual modo, l'iscrizione - nel patrimonio "culturale" e non in quello "paesaggistico" - è motivata con il legame tra quel territorio, la coltivazione dell'uva e del vino e la stessa storia agroalimentare del nostro Paese, e con la capacità dei suoi abitanti di conservarne l'essenza nel corso dei secoli e dei millenni, fino a rigenerarsi sotto forma della cultura dello slow food. "Un atteso riconoscimento al lavoro di intere generazioni di agricoltori che hanno realizzato nel tempo un territorio unico ed inimitabile di una bellezza straordinaria ma capace anche di esprimere produzioni da primato conosciute ed apprezzate in tutto il mondo", ha non a caso commentato il presidente nazionale della Coldiretti, il piemontese Roberto Moncalvo. "Un successo per il Piemonte e per l'Italia intera alla vigilia del semestre di presidenza dell'Unione e dell'Expo che potrà contribuire alla ripresa di un Paese in cui - sottolinea Moncalvo - turismo, cultura e alimentazione rappresentano le leve strategiche determinanti per uscire dalla crisi. Si consolida il primato mondiale dell'Italia nel turismo enogastronomico che da solo vale 5 miliardi ed è in continua crescita, ma una spinta determinate viene anche per l'insieme della vacanza "Made in Italy", con un terzo (32,7 per cento) del budget destinato da italiani e stranieri all'acquisto di prodotti alimentari o ai pasti consumati in ristoranti o trattorie". (da viaggi.repubblica.it)

 Cinquanta Siti Unesco per l'Italia

"I Paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe, Roero e Monferrato sono il 50° Sito italiano iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO". Lo rende noto il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, a cui la notizia è stata ufficializzata subito dopo la decisione del Comitato del Patrimonio Mondiale riunito a Doha, in Qatar.

"Questo riconoscimento – dichiara il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini - è motivo di speciale orgoglio per il MiBACT, data l’estrema selettività con cui da qualche anno l’UNESCO valuta le proposte per nuovi Siti. I Paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato – prosegue il Ministro - sono un esempio eccezionale di un paesaggio culturale inteso come prodotto della secolare interazione tra uomo e natura, plasmato dalla continuità di una tradizione antica di produzione vinicola di eccellenza mondiale. Un riconoscimento ancora più prezioso per l'Italia che conta adesso 50 siti patrimonio dell'umanità sul proprio territorio. Un tesoro su cui dobbiamo concentrare la nostra massima attenzione di governo".

La candidatura delle Langhe si è avvalsa del coordinamento e del supporto tecnico scientifico del MiBACT, ed è il risultato di un lungo lavoro d’equipe svolto con diversi soggetti istituzionali quali la Regione Piemonte, promotore dell’iniziativa, l’Associazione dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte, ente di governance, l’Istituto SITI di Torino, con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e la partecipazione di numerosissimi stakeholders. (da beniculturali.it)

Comune Nizza Monferrato

P.zza Martiri d'Alessandria n. 19 - 14049 Nizza Monferrato (AT) - Italy - P.Iva: 00173660051
Tel. (+39) 0141-720511 - Fax (+39) 0141-720536
CODICE FATTURAZIONE ELETTRONICA (IPA): UFVXR3 - DATA DI AVVIO DEL SERVIZIO 31 MARZO 2015)
Casella posta elettronica: info@comune.nizza.at.it - Casella posta elettronica certificata (PEC): nizza.monferrato@cert.ruparpiemonte.it
Festa patronale: S. Carlo Borromeo - 4 Novembre
Privacy - Note Legali - Elenco siti tematici

Accesso Webmail

You are here: Home