Regione Piemonte

Modulistica commercio -Commercio al dettaglio in sede fissa

Ultima modifica 13 giugno 2017

L’attività di commercio al dettaglio può essere esercitata con riferimento al settore alimentare e non alimentare. L’esercizio di attività commerciale nel settore alimentare comporta il possesso dei requisiti morali e professionali. Per l’esercizio di attività commerciale nel settore non alimentare è necessario il possesso del solo requisito morale.

Le “licenze” che autorizzavano le attività commerciali sono state sostituite dalla SCIA.

ESERCIZIO DI VICINATO

Ai sensi dell’art. 4 lettera d) del D.Lgs. n. 114 del 31/03/1998, si intende esercizio di vicinato l’attività avente superficie di vendita non superiore a mq 150 nei comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti e a mq 250 con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti.

Per “superficie di vendita” di un esercizio commerciale si intende l’area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili. Non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi.

La comunicazione di inizio attività deve essere effettuata in caso di: apertura, trasferimento di sede, variazione della superficie di vendita, variazione di settore merceologico della struttura di vendita.

REQUISITI PER L’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ COMMERCIALE

I requisiti che l’esercente deve autocertificare sugli appositi modelli sono:

1)    il settore o i settori mercelologici
2)    l’ubicazione dell’esercizio
3)    la superficie di vendita dell’esercizio
4)    il possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 5 commi 2, 4 del decreto legislativo 114/98;
5)    il possesso dei requisiti professionali, in caso di richiesta di autorizzazione per il settore merceologico alimentare
6)     che non sussistono  nei propri confronti “cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 10 della legge 31/05/1965, n. 575 (antimafia);
7)    di aver rispettato, relativamente al locale dell’esercizio i regolamenti locali di polizia urbana, di polizia annonaria e igienico – sanitaria, i regolamenti edilizi e le norme urbanistiche e quelle relative alla destinazione d’uso.

In caso di società, il possesso dei requisiti professionali è richiesto con riferimento al legale rappresentante o altra persona preposta specificamente all’attività commerciale.

Per l’apertura di un esercizio di vicinato nel settore alimentare occorre la SCIA sanitaria, ai sensi della normativa vigente in materia igienico – sanitaria.

ADEMPIMENTI

Occorre compilare il modello in distribuzione presso l’Ufficio Commercio a cui va allegata  copia del documento di identità del titolare o dei soci responsabili, in corso di validità. Nel caso in cui il richiedente sia cittadino extracomunitario dovrà allegare alla comunicazione copia del permesso di soggiorno.

MODALITA’ E TEMPI

L’apertura, il trasferimento, l’ampliamento e la riduzione di superficie, l’aggiunta di un settore merceologico di un esercizio di vicinato possono essere effettuati dal giorno della presentazione della comunicazione al Comune, fatti salvi eventuali periodi di interruzione dei termini che verranno tempestivamente comunicati.

Il subingresso in esercizio commerciale, comunicato con gli stessi criteri di cui sopra, ha efficacia dalla data di presentazione della comunicazione.

 

Modelli esercizi di vicinato:

Modello_SCIA_esercizio di vicinato

Modello SCIA_cessazione

Modello_SCIA_subingresso

NIA_SANITARIA_REGISTRAZIONE_ATTIVITA_ALIMENTARI

 

MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA

Nel caso di autorizzazione all’apertura di un esercizio di media struttura di vendita (per i comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti, la superficie netta di vendita è compresa tra 151 e 1500 mq, per i comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti, la  superficie di vendita è compresa tra 251 e 2500 mq) è necessario presentare il modulo COM2 “Domanda di Autorizzazione esercizio di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita”.

Nel caso di autorizzazione all’apertura di una grande struttura di vendita o centro commerciale (la superficie netta di vendita è superiore ai 2500 mq per i Comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti) è necessario presentare il modulo COM 4 “Domanda di Autorizzazione centri commerciali”

Modelli Medie strutture di vendita:           

ESERCIZI DI COMMERCIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

COMUNICAZIONE DI VARIAZIONI