Regione Piemonte

Comunicare i dati del conducente

Ultima modifica 1 luglio 2017

COMUNICARE I DATI DEL CONDUCENTE

Di cosa si tratta:

E' importante prestare attenzione: nel caso arrivi a casa un verbale - per esempio un autovelox - per il quale il conducente non sia stato identificato (la violazione non è contestata direttamente ed immediatamente) l'articolo 126-bis del codice della strada stabilisce l'obbligo di comunicare i dati del conducente: l'obbligato in solido a cui il verbale è notificato è tenuto a comunicare, entro 60 giorni, all'ufficio o comando che ha accertato la violazione, i dati personali e della patente del conducente responsabile della violazione.

Chi lo può o deve fare:

Il proprietario del veicolo o altro obbligato in solido (ex art. 196 C.D.S.)

Il conducente risultante alla guida del veicolo al momento dell’accertamento

 

Cosa si deve fare:

Il proprietario del veicolo o altro obbligato in solido (ex art. 196 C.D.S.), al quale viene notificato un verbale di contestazione in cui è prevista la decurtazione dei punti dalla patente di guida, è invitato, entro 60 giorni dalla notifica del verbale stesso, a fornire i dati anagrafici e della patente di guida della persona che, al momento della commessa violazione, conduceva il veicolo. La comunicazione potrà essere effettuata mediante l'apposito modulo, dovrà essere sottoscritta dal conducente e:

- presentata agli uffici della Polizia Locale direttamente nei giorni di apertura al pubblico, anche da persona munita di delega (con fotocopia di documento di identità del delegante)

- oppure inviata a mezzo fax al nr. 0141721030

- oppure inviata da casella di posta elettronica certificata personale a: mailto:nizza.monferrato@cert.ruparpiemonte.it(le copie devono essere firmate in originale e scannerizzate)

Al modulo dovrà essere, in ogni caso, allegata la copia fronte-retro del documento di guida con la dichiarazione "IO SOTTOSCRITTO ………….... NATO A ……….... IL ………. RESIDENTE IN ……....... VIA ……………... DICHIARO CHE LA FOTOCOPIA DEL PRESENTE DOCUMENTO E' CONFORME ALL'ORIGINALE IN MIO POSSESSO" (la copia deve essere firmata).

Se il proprietario del veicolo è una persona giuridica, il suo legale rappresentante o un suo delegato è tenuto a fornire gli stessi dati entro il medesimo termine con le predette modalità. Qualora, entro i termine di 60 giorni, non venissero forniti i dati richiesti o venissero forniti solo parzialmente, sarà applicata a carico del proprietario del veicolo, sia esso persona fisica o giuridica, la sanzione prevista dall'art. 126 bis comma 2° C.d.S. vigente.

NB: il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell’articolo 196 CDS, sia esso persona fisica o giuridica, che omette, senza giustificato e documentato motivo, di fornire i dati dell’effettivo conducente al momento della violazione soggiace ad una ulteriore sanzione amministrativa che implica il pagamento di una somma da € 284,00 a € 1.133,00.

 

COME FACCIO A SAPERE QUANTI PUNTI HO SULLA PATENTE DI GUIDA?

Vi sono due modalità:

1.    telefonare al n. 848 782 782, da un telefono di rete fissa al costo di una telefonata urbana, e seguire le istruzioni indicate dal messaggio vocale: digitare sulla tastiera del telefono la vostra data di nascita (gg/mm/aaaa) e il numero del documento di guida (solo il numero e non le lettere) e poi il tasto cancelletto.

2.    iscriversi nel sito Il portale dell’automobilista e consultare il proprio punteggio

 

Documenti da presentare:

Comunicazione dei dati del conducente ai sensi art. 126 bis C.d.S.

 Termini per la presentazione dei documenti:60 giorni dalla notifica del verbale di contestazione

 Riferimenti normativi:

Art. 126 - bis 2° comma del Codice della Strada

 Servizio:

Corpo di Polizia Municipale – Ufficio Verbali C.d.S. e procedure accessorie

 Responsabile procedimento:

Fabrizio Borromeo - 0141720587

 

Uffici ai quali rivolgersi per informazioni, orari e modalità di accesso:

Ufficio Sportello al Pubblico - Ufficio Verbali C.d.S.

da Lunedì a Venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30 e il Martedì dalle ore 15,00 alle 17,00

 

Recapiti telefonici:

 tel. 0141 720581-587

 

Casella di posta elettronica istituzionale:

  mailto:polizia.municipale@comune.nizza.at.it

 

Casella di posta elettronica PEC:

  mailto:nizza.monferrato@cert.ruparpiemonte.it

 

Allegati  (scarica il modulo/i moduli necessari per accedere al servizio)

Modello_dichiarazione_dati_conducente

Il modulo scaricabile da questa pagina è disponibile anche in formato cartaceo presso lo Sportello al Pubblico c/o Comando di Polizia Municipale

 Approfondimenti:

Qualora il conducente non sia stato identificato, l'obbligato in solido a cui il verbale è notificato, è tenuto a comunicare, entro 60 giorni, all'ufficio o comando che ha accertato la violazione, i dati personali e della patente del conducente responsabile della violazione.

SENTENZE CASSAZIONE PATENTE A PUNTI

Cass. Civ., Sez. II, 3 giugno 2009, n. 12842- In  tema di violazioni alle norme del codice della strada, il proprietario di un veicolo, in quanto responsabile della circolazione dello stesso nei confronti della P.A. o dei terzi, è tenuto sempre a conoscere l 'identikit dei soggetti ai quali affida la conduzione e, di conseguenza, a comunicare tale identikit all'autorità amministrativa che gliene faccia legittima richiesta, al fine di contestare un'infrazione amministrativa. L'inosservanza di tale dovere di collaborazione sarà sanzionata, in base al combinato disposto degli art. 126 bis e 180 del codice della strada, alla luce di quanto espressamente affermato dalla Corte costituzionale nella sentenza n. 27 del 2005, senza che il proprietario possa sottrarsi legittimamente a tale obbligo in base al semplice rilievo d'essere proprietario di numerosi automezzi o di avere un elevato numero di dipendenti che ne fanno uso.

Sulla base di motivazioni documentate ed attendibili il proprietario del veicolo può presentare richiesta di ri attribuzione dei punti detratti dalla patente.

Allegati:            

 

Istanza_Riattribuzione_punti_patente

Allegato 29.00 KB formato doc
Scarica