Regione Piemonte

Tessera Elettorale

Ultima modifica 14 giugno 2017

TESSERA ELETTORALE PERMANENTE

 

La Legge 30 aprile 1999, n. 120 ed il relativo regolamento di attuazione (D.P.R. 8 settembre 2000, n. 299) hanno istituito la Tessera Elettorale a carattere permanente in sostituzione del vecchio certificato elettorale che veniva consegnato a cura dal Comune presso la residenza dell’elettore in occasione di ogni consultazione.

La Tessera Elettorale è rilasciata a cura del Servizio Elettorale del Comune di residenza ed è consegnata presso l’indirizzo dichiarato all’Anagrafe, essa é un documento personale e deve essere conservata con cura in quanto valida per diciotto consultazioni.

In caso di smarrimento, furto o deterioramento per ottenere un duplicato occorre rivolgersi all’Ufficio Elettorale presso cui sono disponibili i moduli per la relativa richiesta e dichiarazione di smarrimento. Nel caso di deterioramento occorre restituire la tessera deteriorata, mentre nella solo ipotesi di furto si rende necessario allegare copia della denuncia presentata alla competente Autorità di Pubblica Sicurezza.

In prossimità delle consultazioni elettorali il Servizio procede al rilascio delle tessere sia agli elettori immigrati da altri Comuni che a coloro che compiono i diciotto anni fino al giorno delle elezioni compreso.

Gli elettori immigrati devono conservare la Tessera Elettorale del precedente Comune in quanto verrà ritirata al momento della consegna della nuova tessera.

A mezzo posta si procede invece alla distribuzione delle etichette adesive di aggiornamento delle Tessere degli elettori che hanno variato l’indirizzo di residenza e cambiato la sezione elettorale nell’ambito del Comune di Nizza Monferrato.

Per le elezioni della Camere e per i Referendum, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, votano per corrispondenza nella Circoscrizione Estero. Possono esercitare il diritto di voto in Italia previa opzione (da esercitare per ogni votazione e valida limitatamente ad essa) dandone comunicazione scritta alla Rappresentanza Diplomatica o Consolare operante nella circoscrizione consolare di residenza entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello previsto per la scadenza naturale della legislazione. In caso di scioglimento anticipato delle Camere o di indizione di referendum Popolare, l’elettore può esercitare l’opzione per il voto in Italia entro il 10° giorno successivo alla indizione delle votazioni. Gli elettori residenti negli Stati in cui non è stata raggiunta l’ipotesi per il voto per corrispondenza devono recarsi nel Comune di iscrizione A.I.R.E. per partecipare alle votazione. Agli elettori optanti e agli elettori residenti in Stati senza intesa, il Comune di iscrizione A.I.R.E. spedirà una cartolina – avviso

Informazioni possono essere richieste:

all’Ufficio Elettorale - dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30, martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00. - TEL.: 0141/720538